"... l'originario e inalienabile diritto alla vita Ŕ messo in discussione o negato sulla base di un voto parlamentare o della volontÓ di una parte Ś sia pure maggioritaria Ś della popolazione. ╚ l'esito nefasto di un relativismo che regna incontrastato: il ź diritto ╗ cessa di essere tale, perchÚ non Ŕ pi¨ solidamente fondato sull'inviolabile dignitÓ della persona, ma viene assoggettato alla volontÓ del pi¨ forte. In questo modo la democrazia, ad onta delle sue regole, cammina sulla strada di un sostanziale totalitarismo. Lo Stato non Ŕ pi¨ la ź casa comune ╗ dove tutti possono vivere secondo principi di uguaglianza sostanziale, ma si trasforma in Stato tiranno, che presume di poter disporre della vita dei pi¨ deboli e indifesi, dal bambino non ancora nato al vecchio, in nome di una utilitÓ pubblica che non Ŕ altro, in realtÓ, che l'interesse di alcuni. ..."

Dalla lettera enciclica di San Giovanni Paolo II Evangelium Vitae  - 25 Marzo 1995 -

Enciclica Fratelli Tutti - Ciclo incontri


Incontro n.1 del 10 Febbraio 2021

"Pensare e generare un mondo aperto" ( Cap III, paragrafi 87 - 100 )

Fai clic qui per visualizzare le schede dell'incontro


Incontro n.2 del 03 Marzo 2021

"Pensare e generare un mondo aperto" ( Cap III, paragrafi 101 - 127 )

Fai clic qui per visualizzare le schede dell'incontro


Incontro n.3 del 10 Marzo 2021

"La migliore politica" ( Cap V, paragrafi 154 - 169 )

 


Incontro n.4 del 17 Marzo 2021

"La migliore politica" ( Cap V, paragrafi 170 - 197 )

Fai clic qui per visualizzare le schede dell'incontro